La figlia beve il padre

Papà e figli

Trattamento da gocce Colm

Da quella bottiglia che hanno consegnato immediatamente ai medici che li hanno soccorsi, si sono accorti soltanto dopo pochi istanti che fuoriusciva uno strano e penetrante odore cattivo, quasi di fogna. Sta di fatto che sabato sera, verso le Padre e figlia, modenesi, si sono presentati al pronto soccorso con il forte sospetto di una intossicazione, se non di un avvelenamento.

Hanno raccontato di aver bevuto e di essersi sentiti male poco dopo, dapprima in modo lieve poi sempre più invadente: gola che brucia, stomaco sottosopra, nausea e vomito. Meglio non rischiare la figlia beve il padre, anzi, meglio intervenire, sapere subito cosa stia succedendo. In casi gravi i minuti, se non i secondi, hanno una importanza essenziale.

Padre e figlia hanno consegnato ai medici la bottiglia da cui avevano bevuto. Una acqua minerale, acquistata in un supermercato modenese, di una marca non tra le più note ma comunque presente sul mercato modenese da tempo e, in ogni caso, un prodotto comunemente venduto da tempo in quel supermercato. Solo quando si avranno dati certi sul contenuto della bottiglia di acqua minerale si potrà avere un quadro preciso su questa vicenda sulla quale, ovviamente, si sta indagando. Le condizioni dei due modenesi, a quanto pare, fortunatamente non dovrebbero destare preoccupazione.

La figlia beve il padre avvelenamenti acqua.