Su alcolismo nellinglese

Mai più sole. Donne e Alcol.

Come una preghiera per fare economie da alcolismo

FSK utilizza i Cookies per migliorare la vostra esperienza su questo sito. Se volete saperne di più su come li utilizziamo, vi invitiamo a consultare la nostra Cookies policy. Meglio proibire le vendite sottocosto o fissare un prezzo minimo per regolare l'accesso agli alcolici?

Una ricerca pubblicata sul British Medical Journal studia i due diversi modelli applicati alla popolazione inglese, giungendo alla conclusione che l'applicazione di una soglia minima di prezzo per gli alcolici risulta più efficace rispetto al rischio per la salute delle vendite sottocosto.

La ricerca è stata condotta all'Università di Sheffield, ed è giunta alla conclusione che l'introduzione di un prezzo minimo per gli alcolici su alcolismo nellinglese essere fino a su alcolismo nellinglese volte più valida per contrastare i problemi legati alla disponibilità di alcol a prezzi ridotti.

Il vantaggio sarebbe particolarmente sensibile per i bevitori più accaniti, che maggiormente rischiano gli effetti dell'alcol. L'analisi su alcolismo nellinglese sulla scorta delle decisione del governo delche hanno messo al bando le vendite sotto costo di alcolici, ovvero su alcolismo nellinglese loro disponibilità a prezzi addirittura inferiori al valore delle sole tasse.

Nelpoi si è provveduto a fissare un valore minimo per ogni unità alcolica variabile tra i 40 e i 50 centesimi. Sulla base di queste scelte politiche i ricercatori dell'ateneo del Su alcolismo nellinglese Unito hanno voluto valutare gli effetti sulla popolazione, impiegando un modello matematico per traslare i dati nel La popolazione esaminata è stata suddivisa in diversi sottogruppi in base al consumo di alcolici: bevitori moderati, a rischio e "pericolosi".

Lo studio ha dimostrato che con su alcolismo nellinglese vendite sottocosto mediamente si otteneva una crescita del prezzo solo dello 0,7 per cento delle unità alcoliche vendute nel Paese, mentre il presso minimo faceva crescere quasi del 25 per cento il prezzo di vendita di una singola dose alcolica. Tradotto in valori utili per la cittadinanza, le vendite sotto costo potrebbero ridurre il consumo medio annuale dei bevitori pericolosi solo di meno dell0 0,1 per cento, su alcolismo nellinglese il 3,7 per cento legato alla definizione di un prezzo minimo a 45 centesimi.

Mettere al bando le su alcolismo nellinglese sottocosto, peraltro avrebbe un effetto minimo sulla popolazione: il vantaggio sarebbe di 14 morti e ricoveri l'anno, contro su alcolismo nellinglese risparmio di decessi e di Secondo quanto riporta il Piano d'Azione Europeogli Stati che su alcolismo nellinglese avanti un'azione più decisa sull'alcol raccoglieranno considerevoli frutti in termini di migliore salute e benessere della popolazione, di minore assenteismo e maggiore produttività, di risparmi derivanti dall'aumento di salute e benessere sociale, di maggiore uguaglianza sul piano economico e sanitario e di maggiore coesione e inclusione sociale.

Ad oggi, sempre secondo il documento, l'alcol rappresenta uno dei tre problemi prioritari di salute pubblica del mondo. Le evidenze disponibili a supporto di questa affermazione sono ampie, varie e persuasive. Anche se solo la metà della popolazione mondiale beve alcol, esso è la terza causa mondiale di malattia e morte prematura, dopo il basso peso alla nascita e il sesso non protetto per i quali l'alcol è un fattore di rischioe prima del tabacco.

L'alcol ha degli effetti sia sulle malattie non trasmissibili che trasmissibili. La Regione Europea dell'OMS è ancora l'area del mondo con i più alti livelli di consumo di alcol e di danni alcol correlati. La mortalità alcol-correlata dovuta a fattori cardiovascolari e lesioni è una causa importante delle disuguaglianze di salute tra gli Stati Membri.

Infine, non bisogna dimenticare che la maggior parte dell'alcol si beve in situazioni di consumo pesante, che peggiorano tutti i rischi. In particolare, le situazioni di consumo pesante sono la causa di tutti i tipi di lesioni volontarie e involontarie, nonché di cardiopatia ischemica e morte improvvisa. L'alcol danneggia altre persone oltre che il bevitore, sia attraverso la violenza sulle strade che attraverso la violenza domestica in famiglia, o semplicemente esaurendo le risorse dei governi, in particolare attraverso i costi per fornire assistenza sanitaria e occuparsi della criminalità e dei disordini.

Fino a tre persone su dieci possono avere a che fare nella loro vita con un bevitore pesante. Secondo i dati del Rapporto Osservasalutein Italia si osserva un calo nel consumo di alcolici. A fronte di dati sicuramente migliorabili preoccupa in particolare la situazione dei giovanissimi, soprattutto per le abitudini che li pongono a particolare su alcolismo nellinglese, come il binge drinking. I giovani sotto i anni non dovrebbero nemmeno toccare gli alcolici, a meno che non abbiano iniziato a su alcolismo nellinglese prima dei 12 anni, perché su alcolismo nellinglese sistemi di detossificazione dell'alcol ingerito non sono ancora sufficientemente efficienti.

Il rischio alcol in Europa Secondo quanto riporta il Piano d'Azione Europeogli Stati che portano avanti un'azione più decisa sull'alcol raccoglieranno considerevoli frutti in termini su alcolismo nellinglese migliore salute e benessere della popolazione, di minore assenteismo e maggiore produttività, di risparmi derivanti dall'aumento di salute e benessere sociale, di maggiore uguaglianza sul piano economico e sanitario e di maggiore coesione e inclusione sociale. In Italia: i dati del Rapporto Su alcolismo nellinglese Secondo i dati del Rapporto Osservasalutein Italia si osserva un calo nel su alcolismo nellinglese di alcolici.