Laiuto ad alcolismo è così sano

L'ALCOLISMO negli occhi dei BAMBINI.

Cura di mildronat di alcolismo

Sono passati due anni dal mio arrivo in Italia. Testimonianza raccolta da Youssef Kais. Per me in quel momento era il massimo che potessi sperare, anche se continuavo laiuto ad alcolismo è così sano essere dispiaciuto per i miei genitori che erano rimasti contrariati dalle mie decisioni. Mi invitarono la stessa sera per festeggiare tutti assieme il mio arrivo nella casa di un amico.

Il vero problema era che laiuto ad alcolismo è così sano passavano i mesi e più la mia situazione peggiorava. Sono passati due anni ed eccomi in stazione seduto con una bottiglia di vino, che aspetto se passa qualcuno che conosco per chiedere un aiuto perché non ho una lira.

Anche se il carcere è un luogo insopportabile, sono stato contento perché non so, se fossi rimasto ancora fuori, cosa avrei fatto di peggio!

I primi giorni in cella da solo sono stati sufficienti a farmi prendere la decisione di farla finita per sempre, ma per fortuna mi è arrivata una lettera da mia madre che mi ha dato tanto conforto, perché la mia famiglia mi vuole ancora bene e mi testimonia che non si sono dimenticati di me.

In carcere sono stato contattato da un club di alcolisti in trattamento e spero di riuscire a farcela, ma ora il mio obiettivo principale è di affrontare i problemi, attraverso lo scambio di opinioni ed esperienze, cercando di immaginare e costruire un futuro diverso, perché mi piace sognare che il cambiamento sia sempre possibile".

Al col e Psicofarmaci. La testimonianza di Said è stata raccolta da Abdul El Jyad. Allora faccio finta che questa mia scelta sia quella giusta.

Beviti anche tu qualche bicchiere, ti farà bene e ti darà coraggio per fare quello che ti sembra giusto fare". Ha sostituito le mie debolezze, giorno dopo giorno bicchiere dopo bicchiere bevevo per cacciare laiuto ad alcolismo è così sano la paura, e qualche volta perdevo il controllo di quello che stavo facendo.

Anche in carcere bevevo troppo, ma non per divertimento, volevo solo evitare di pensare ai motivi per cui ero dentro e alla mia scelta di emigrare e non tener conto dei i consigli dei miei genitori. A causa dei suoi effetti, che mi spingevano a commettere sbagli e a obbedire ciecamente al suo "comandamento", ho perso la fiducia degli altri nei miei confronti, e anche la possibilità di vivere normali rapporti di amicizia.

Nel mio caso mi metteva tutte le cose sullo stesso livello, mi ha causato anche la perdita dei giorni della liberazione anticipata. Tante volte mi sono svegliato in isolamento senza sapere che cosa avevo fatto.

Sapevo tutto dopo, tramite i miei compagni di sezione. In carcere mi trovo in una cella di 4 metri per 3 a forma di cubo, un letto e poco più e il cibo che a volte è immangiabile. Ognuno di noi alcolisti deve trovare una via di mezzo per uscire dalla devastazione, ho la voglia di ritornare alla mia vita che aveva un senso, senza nessuna paura di quello che mi riserva il futuro, ho scelto laiuto ad alcolismo è così sano ricominciare a vivere e di trovare la normalità, cerco di fare di tutto per recuperare la mia dignità, non ho mai perso la fiducia in me stesso.

Sono 17 anni che sono in Italia, dei quali quasi cinque passati in carcere. In libertà è difficile, perché sei clandestino e non ti puoi rivolgere a nessuno per chiedere un aiuto, in carcere i problemi stanno nella difficoltà di dialogo con le persone, laiuto ad alcolismo è così sano nella solitudine. Questa testimonianza mi ha fatto capire che sono tanti gli alcolisti stranieri che cercano alla fine di trovare una via di uscita per recuperare quello che resta della loro vita: rapporti famigliari interrotti, amici, salute.

Le testimonianze di Slim e Mourad sono state raccolte da Karim Ajili. Ho parlato con due ragazzi maghrebini di età diversa, mi hanno raccontato come hanno iniziato a bere fino a diventare alcolisti. Eravamo circa otto persone raggruppate in un salotto, separate dagli altri che si trovavano in giardino e si stavano divertendo ad ascoltare un gruppo laiuto ad alcolismo è così sano.

Per non fare una brutta figura o risultare scortese, ho bevuto tutto di un fiato il contenuto dal bicchiere: aveva un sapore forte che bruciava e coloro che hanno provato questa esperienza sanno benissimo come ci si sente, in fondo non è male e soprattutto si sente la necessità di berne altre due o tre dosi affinché il sapore appaia diverso. Dovevo rispettare le regole che per me significavano molto.

Vi sono tante persone e tanti giovani che laiuto ad alcolismo è così sano pensano esattamente nel mio modo. Poi vi sono persone che non hanno di queste regole, ma nel mio caso e in quello di molti altri, esiste una questione di onore e rispetto per i nostri familiari e per la religione.

Pensavo agli anni che dovevo passare dentro e mi sentivo psicologicamente e moralmente distrutto, ricevevo solo notizie brutte ogni volta che mi chiamavano in ufficio matricola, e mi consegnavano verbali negativi.

Reputo che questo momento sia tra i più difficili della mia vita. Inoltre ho la sensazione di non pensare alle persone che mi sono state sempre vicine. È stato uno shock terribile.